Last Minute

A Cisternino, in provincia di Brindisi, tra dune di sabbia

NEW YORK - Le quotazioni del petrolio scivolano fino al minimo degli ultimi cinque mesi - e sotto la soglia dei cento dollari - dopo le dichiarazioni dei ministri petroliferi del Venezuela e dell’Arabia Saudita, che fanno pensare che l’Opec deciderà comunque di mantenere invariata l’offerta, e dunque non di tagliarla. Il mercato «è ben equilibrato», ha detto in particolare proprio oggi Ali al-Naimi, ministro petrolifero dell’Arabia Saudita. A provocare il calo dei prezzi del petrolio è anche l’indebolimento dell’uragano Ike.